Torna al SAL di Catania “Drink Pink in Sicily”

Condividi il tuo amore

Venerdì 24 giugno la quarta edizione dell’unico evento dedicati ai vini rosati siciliani, tra gli ospiti la Master of Wine Elizabeth Gabay e il miglior sommelier d’Italia 2021 Stefano Berzi

È tutto pronto per la festa dedicata ai rosati siciliani “Drink Pink in Sicily – I rosati dal Vulcano ai tre Valli”, giunta alla quarta edizione. Quest’anno, l’evento più rosa dell’anno, ormai conosciuto e apprezzato non solo dagli appassionati di vino, ma anche da chi intende avvicinarsi a questo mondo, si svolgerà venerdì 24 giugno nella sua sede storica, il SAL – Spazio Avanzamento Lavori – Catania. 

Tante le novità imperdibili in programma con ospiti ed appassionati del mondo enologico fra questi la più grande esperta mondiale di Rosé, la Master of Wine Elizabeth Gabay e Stefano Berzì, miglior Sommelier d’Italia 2021 per l’associazione Italiana Sommelier. 

Quest’anno, grazie alla partnership con l’azienda Ardeaseal, che sponsorizzerà il premio per la cantina vincitrice, sarà selezionato il miglior Rosè di Sicilia dell’edizione 2022, scelto nei giorni precedenti da un panel tecnico di degustazione formato da wine expert, enologi e giornalisti. 

Numerose le aziende che arriveranno da tutta l’isola per la festa dedicata ai rosati siciliani e che a partire dalle 18,30 presenteranno i loro vini nei banchi di assaggio. 

Come nelle passate edizioni sarà allestita un’area wine dove i banchi degustazione saranno suddivisi per area geografica, mentre nel caso dell’areale Etneo, la suddivisione avverrà per versante, in modo da poter creare un percorso chiaro e intuitivo e che dia visibilità a tutte le Aziende partecipanti.

Anche quest’anno non potevano mancare momenti di approfondimento del vino Rosa e della cultura enogastronomica:

–             Alle 17,30 si svolgerà la masterclass in lingua inglese “The many faces of Sicilian Rosé”, condotta dalla Master of Wine Elizabeth Gabay e Benjamin Spencer, direttore di Etna Wine; introduzione di Jennifer V. Cole, giornalista e autrice americana.

–             Alle 19.30 ci sarà la masterclass “Bollicine e Street Food” guidata da Stefano Berzi, Italian Best Sommelier ’21 in collaborazione con Maria Grazia Barbagallo delegato AIS Catania.

Presente, come sempre l’area food in cui assaggiare gli appetizer di Valentina Rasà Cucina Manipura resident Chef – Loredana Crisafi, Myda Scuola di Cucina – Giovanna Musumeci e Ida Di Biaggio, aVISTA – Gusti Nomadi, gli oli siciliani selezionati da APO Catania accompagnati da una selezione di Pandittaino.

Tra vini fermi e bollicine dalle sfumature rosa, ci sarà anche Giovanni Torre, proprietario e bar manager del Circus Cocktail Bar, con i suoi cocktail sensuali ed eleganti, considerato dalla redazione del Bargiornale ( bussola dei cocktail bar), il quarto bar in Italia per importanza.

Sponsor dell’evento 

Pistì; Enoiltech; Ardeasil; Suolo e Salute; Sheraton Catania; Acqua Filette; Etnatwist; Pandittaino; APO Catania (Associazione Produttori Olivicoli); Melograno dell’Etna

È possibile acquistare i biglietti su Eventbrite:

https://www.eventbrite.it/e/358607433487

  • Ingresso banchi d’assaggio e area food

35,00 €

  • Masterclass in lingua inglese “The many faces of Sicilian Rosé”

45,00 €

  • Masterclass “Bollicine e Street Food”

35,00 €

  • Ingresso + 2 masterclass

100,00 €

Media Partner: P&A; Gossipchef.it

Elizabeth Gabay opera nel settore del vino dal 1986, quando ha fondato Elizabeth Gabay & Partners. Si è trasferita nel sud-est della Francia nel 2002 e ora vive tra la Provenza, il Rodano/Languedoc, la Liguria e il Piemonte. Dal 2020 lavora con il figlio Ben Bernheim, scrivendo, ricercando e facendo consulenza sui rosé e producendo anche il loro vino rosé “Sen”. Autrice di “Rosé: Understanding the Pink Wine Revolution” (2018) e co-autrice con Ben Bernheim di “Buyers Guide to the Rosés of Southern France” (e-guide 2021) e “Rosés of Southern France” (2022), scrive per Decanter, The Drinks Business, The Buyer, SevenFiftyDaily, Meiningers e altro ancora. È giudice internazionale e docente.

Benjamin Spencer è il Direttore dell’Etna Wine School e l’autore del pluripremiato libro I Nuovi Vini dell’Etna. Oltre a possedere un diploma del Wine & Spirit Education Trust con sede a Londra, Ben è un giornalista, giudice del vino e un enologo professionista con due decenni di esperienza di lavoro con marchi di vino artigianali e commercializzati a livello internazionale in California e in Italia.

Jennifer V. Cole è una giornalista americana residente in Sicilia che scrive di vino, cibo e viaggi per pubblicazioni come Food & Wine, Fodor’s, Prior e Indagare. È l’autrice di Chasing the Gator con lo chef Isaac Toups di New Orleans. In precedenza è stata redattrice per le riviste Travel + Leisure e Southern Living. Cole ha fatto parte dello Chef & Restaurant Committee per i James Beard Awards per un decennio. Oltre a scrivere, crea itinerari e organizza esperienze per viaggiatori in Sicilia.

Stefano Berzi bergamasco, classe 1992, figlio d’arte, padre sommelier e madre cuoca. Cresce nell’osteria di famiglia. Dopo l’alberghiero, studia 2 mesi alla Wessex Academy School of English a Pool (UK) nel 2010, e diventa Sommelier professionista AIS nel 2012, di cui è anche degustatore ufficiale e Relatore per la lezione birre. Completa il suo percorso formativo con il Master “Gestione e Comunicazione del Vino” ad Alma, con una tesi che incrocia il Nebbiolo piemontese ad il Pinot Nero Borgognone, nella scuola di cucina italiana fondata da Gualtiero Marchesi. Sempre però con voglia di imparare, ottiene il terzo livello di WSET nel 2019, ed è ora studente quarto livello alla WSET London School. Oltre allo studio, partecipa a diversi concorsi, vincendo il Ruinart Challange italian Edition nel 2019, anni in cui arriva secondo al Miglior Sommelier di Lombardia e terzo al Miglior Sommelier d’Italia. 

Nel 2021, la vittoria al concorso Miglior Sommelier d’Italia Ais premio Trentodoc. Amante anche delle birre, è stato investito Cavaliere d’Orval nel 2015. Crede che umiltà e voglia di imparare siano alla base di questo bellissimo mondo che è il vino, unito al rispetto del lavoro dell’artigiano

Ufficio stampa:

Cristina Barbera 

press@cristinabarbera.com 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.