Primo lustro per il Fundraising dinner

Condividi il tuo amore

Per il suo quinto compleanno il Fundraising dinner festeggia con un‘edizione speciale che racconterà attraverso la voce dei suoi protagonisti, un quinquennio di costante impegno nel corso del quale sono stati già raccolti circa centomila euro a supporto di attività di ricerca e di assistenza a favore dei malati di fibrosi cistica.

La manifestazione, nata a Catania nel 2014 da un’idea dell’imprenditore Claudio Miceli, mette insieme le migliori eccellenze del territorio, fra sostenitori, sponsor, organizzatori, artisti e naturalmente gli chef, secondi protagonisti della serata, per creare un momento che sia insieme di impegno sociale, buon cibo e divertimento.

La raccolta fondi del Fundraising dinner ha ad oggi dato il proprio supporto a due grandi interventi a sostegno dei malati FC: il progetto FFC,Task Force for Cystic Fibrosis, impegnato nella ricerca del farmaco per la cura della fibrosi cistica, oggi in fase preclinica e per il quale è prevista nel 2021 la sperimentazione sull’uomo; il

supporto alle attività del Centro FC di Messina, punta di diamante della Sicilia, dove sono in cura oggi circa 250 dei 500 pazienti siciliani. Il Centro FC di Messina è stato il primo a prendersi carico dei pazienti siciliani dalla fine degli anni ’70. Dal 1992 è ubicato nel Padiglione NI del Policlinico Universitario di Messina, diretto dal professore Giuseppe Magazzù, dove, oltre ai ricoveri e alle prestazioni ambulatoriali, vengono gestiti studi clinici di nuove terapie.

Oggi, grazie ai risultati della ricerca e all’organizzazione delle cure, i malati non sono più solo bambini. Il numero di adulti affetti dalla malattia genetica grave più diffusa ha infatti superato quello dei pazienti in età pediatrica, l’aspettativa media di vita sta superando i 40 anni e i bisogni assistenziali sono sempre più diversificati. Purtroppo, però, in molti casi, ancora, il trapianto polmonare resta l’unica soluzione per la

sopravvivenza.

Il Fundraising dinner tornerà a fare la propria parte, dunque, mercoledì 23 ottobre, a partire dalle 20. Le eccellenze enogastronomiche saranno “messe al piatto” da oltre 40 chef ai fornelli, coordinati dal patron del Sabir Gourmendarie di Zafferana Etnea Seby Sorbello e da 20 pasticceri della Compait. Pietanze e dolci gourmet verranno accompagnati da vini selezionati dall’Associazione Italiana Sommelier.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.