Agroalimentare, la cooperativa Valle del Dittaino presente alla Fiera TUTTOFOOD 2021 in programma a Milano dal 22 al 26 ottobre

Share your love

Il presidente Pecorino, “Presenteremo i nostri prodotti di filiera con frumento tenero e duro 100% siciliano e una grande novità: il pane proteico realizzato con farina di frumento e di ceci”

Catania –  Anche la Valle del Dittaino sarà presente alla fiera Tutto Food di Milano, in programma dal 22 al 26 ottobre prossimi, uno degli appuntamenti più attesi dell’agroalimentare italiano, che torna dopo oltre un anno e mezzo di pandemia da Covid 19. “Un’occasione che non ci siamo lasciati sfuggire – esordisce il presidente Biagio  Pecorino –nel corso della quale presenteremo ai buyer nazionali e internazionali le novità di casa Pandittaino. Per noi, ma anche per loro, l’esperienza di assaggiare e sentire i prodotti e di incontrare i fornitori è fondamentale”. In programma  più di 250 eventi  che permetteranno a buyer, visitatori ed espositori di conoscere i nuovi prodotti nel settore alimenti e bevande e di ottenere formazione e informazioni. “Ci sentiamo preparati a raccogliere quanto il mercato internazionale oggi chiede – sostiene Pecorino – l’innovazione che permette la pianificazione e lo sviluppo di incontri tra domanda e offerta nel B2B”.

Valle del Dittaino presenterà  la vasta gamma di prodotti di filiera con frumento tenero e duro 100% siciliano e una grande novità: il pane proteico realizzato con farina di frumento e di ceci. Prodotti di filiera tracciata siciliana che guardano alle nuove tendenze dei consumatori, sempre più attenti alle innovazioni e alla sostenibilità”. 

Con la materia prima di eccellenza, il grano duro siciliano, la cooperativa Valle del Dittano ha costruito la sua storia lunga 45 anni, partita dal cuore della Sicilia ad Assoro in provincia di Enna, diventando oggi leader nel settore della panificazione con grano di filiera. Ma accanto al prodotto di punta, la pagnotta DOP di grano duro siciliano, il management ha lavorato negli anni ad importanti  investimenti che hanno portato nel pieno della pandemia, a realizzare anche la prima filiera di grano tenero siciliano. Al fianco cioè della storica produzione di pane di grano duro, la cooperativa ha prodotto e trasformato anche un grano tenero certificato di filiera iso 22005. Nello stabilimento ci sono oggi due distinti mulini che trasformano il frumento tenero in farina e quello duro in semola rimacinata. Collaudato già a novembre scorso, il mulino è entrato a regime nel mese di giugno , quando i soci hanno conferito il primo grano di Anapo, Anforeta e Palesio, ottenuti anche grazie ad un accordo con la SIS (Società Italiana Sementi).

“È stata un’annata generosa che ha permesso di raccogliere oltre 6000 mila tonnellate di grano – commenta il professore Pecorino – che consente alla cooperativa di puntare ad un incremento della produzione di pane in filiera di circa il 30%. “Il mercato italiano sta rispondendo molto bene –  aggiunge–  e mantenendo il trend di crescita avuto in piena pandemia, continuiamo ad avere un riscontro molto positivo sull’attenzione che il consumatore, sempre più consapevole, ripone sulla provenienza della materia prima”. “Per la prima volta quest’anno, la produzione del tenero conferita alla Valle del Dittaino dai soci ha superato quella del duro – spiega–  e siamo orgogliosi di dimostrare come anche in Sicilia si possa produrre grano tenero siciliano di filiera con altissimi requisiti sotto il profilo igienico sanitario”. “Noi non andiamo sul mercato per approvvigionarci di grano ma coltiviamo direttamente secondo i più rigidi protocolli di produzione che ci permettono di fare stoccaggio di grano, la molitura e la panificazione in un unico sito”.

Negli ultimi anni è aumentata in Italia la richiesta di pane di filiera e Valle del Dittaino non si è fatta cogliere impreparata. La presenza sugli scaffali della GDO italiana è aumentata del 20% sia a marchio Pandittaino, che complessivamente incide per il 60% della produzione, sia come Private Label (40%) di grossi gruppi Gdo. “Per quanto riguarda il mercato locale – sottolinea – stiamo coprendo capillarmente la Sicilia per fare arrivare ogni mattina il pane appena sfornato nelle case dei siciliani, facendo un investimento importante nella logistica.  É complesso, ma i clienti ce lo chiedono”. 

Con una settantina di dipendenti, Valle del Dittaino è una realtà consolidata sul territorio, che ha saputo coniugare lo spirito cooperativistico con le esigenze di mercato, puntando sulla salute e il benessere dei consumatori a cui è assicurato un prodotto sano e interamente tracciato; sulla sostenibilità ambientale, economica e anche sociale, con la sottoscrizione del protocollo di legalità 231 e l’adeguamento del codice etico.  

Ufficio stampa 

Grazia Sicali – Letizia Carrara   battutalibera@gmail.com

Leave a Reply