CICERCHIAFEST: DUE GIORNI ALL’INSEGNA DELL’ECCELLENZA ENOGASTRONOMICA

Condividi il tuo amore

Sabato 26 e domenica 27 marzo ritorna il CicerchiaFest. Appuntamento a Licodia Eubea, dove questo piccolo borgo diventerà per due giorni teatro dell’eccellenza gastronomica siciliana. Dopo il successo dell’ultima edizione del 2020 e due anni di stop, causa covid, l’Associazione Strade degli Ibleicon il patrocinio del Comune di Licodia Eubea in collaborazione con Slow Food SiciliaApo Catania (Associazione Produttori Olio), Associazione Trasversale Sicula,  e in sinergia con  Simenza, Agricoltori Custodi della cicerchia, Comunità Educativa Gastronomica Etnea, l’Associazione Donne in CampoAssociazione Giovani Imprenditori AgricoliAssociazione Agricoltori Italiani e altre associazioni ed enti locali organizzerà questa tanto attesa edizione. La manifestazione non è altro che l’evoluzione del Cicerchia day svoltosi nel 2020 e della 27° ”Sagra della Patacò e dei prodotti tipici”, e si svolgerà lungo il Corso Umberto tra la Piazza Garibaldi e la Piazzetta Stefania Noce a Licodia Eubea.

«L’evento vuole essere un momento di confronto e dialogo per continuare a promuovere la Cicerchia, legume antichissimo della Sicilia, e gli altri prodotti del territorio- racconta Riccardo Randello, responsabile dei presidi della Sicilia Orientale – Dopo anni di recupero e valorizzazione grazie al prezioso contributo del Di3A e dei sapienti agricoltori custodi locali, è fondamentale continuare a lavorare in questa direzione e dare a questa leguminosa il giusto valore che merita. Solo attraverso una strategia comune che vede coinvolti le istituzioni, gli enti di ricerca, le associazioni, gli chef, i produttori, le attività, i cittadini riusciremo a conservare quelle tradizioni che altrimenti si rischiano di perdere e che hanno fatto della nostra terra una straordinaria fonte di ricchezza» .

Il CicerchiaFest è un festival che si rivolge a tutti, l’intento è quello di creare da una parte un’occasione di confronto e di dialogo per continuare a promuovere la Cicerchia con progetti per il futuro e dall’altro l’esaltazione del buon gusto, dei sapori e dei colori invernali attraverso un programma con tanti momenti differenti che sappiano divertire e informare gli ospiti sull’importanza del cibo buono, pulito e giusto, attraverso degustazioni, show cooking, laboratori del gusto, conferenze, artisti di strada, giochi di fuoco, laboratori musicali, workshop, prodotti tipici, tanti ospiti e tante novità.

«Sarà una bella festa nel centro storico del borgo dove il tempo sembra essersi fermato – fa eco Flavio Aliotta, presidente dell’Associazione Strade degli Iblei -ed ecco che per riscoprire i sapori della memoria e mantenerli vivi, per promuovere i prodotti tipici di qualità e salvaguardare dall’estinzione realtà produttive minori come la nostra Cicerchia, bisogna lasciarsi travolgere dai ritmi del paese e viverlo pienamente. L’idea è di proporre al visitatore un’esperienza immersiva all’interno del paese ma anche della comunità. È un percorso che porta alla scoperta di sapori e tradizioni della nostra terra, una festa sentita e cara in primo luogo alla popolazione di Licodia Eubea, che negli ultimi anni grazie al lavoro di squadra si è trasformata anche in attrattiva turistica».

Tra i tanti appuntamenti in programma un’attenzione particolare ricade sulle due masterclass del vino in programma sabato e domenica pomeriggio.

La prima a cura di Angelo Di Grazia, enologo e vignaiolo, ci accompagnerà alla scoperta dei tre vini iconici del territorio Ibleo.Insieme alle aziende: Valle delle Ferle, Terre Di Giurfo, Beniamino Fede, Tenuta Tremollito e Meridio degusteremo le diverse declinazioni di Frappato, Cerasuolo di Vittoria e Nero D’avola.

1° batteria: Il Frappato

Murgentia Bianco Terre Siciliane IGT 2020 — Valle delle Ferle
Frappato — Beniamino Fede
’Ntoni 2020 — Tenuta Tremollito
Lijari 2019 — Meridio

2° batteria: Il Cerasuolo di Vittoria

Cerasuolo di Vittoria — Beniamino Fede
Cerasuolo di Vittoria “Maskaria” — Terre di Giurfo
Mazzarò 2020 — Tenuta Tremollito
Cerasuolo di Vittoria 2016 — Valle delle Ferle

3° batteria: il Nero d’Avola

Nero d’Avola “Kuntari” — Terre di Giurfo
Nero d’Avola — Beniamino Fede
Arundo 2017 — Meridio

Domenica 27 marzo alle ore 18.00 si terrà un focus sui vitigni dell’Etna, presso il polo culturale Antonio Di Vita, con la degustazione “Tra i calici del Vulcano

Irene BadalàCantine NicosiaCantine Murgo ed Emilio Sciacca Winery racconteranno come nascono i vini del Vulcano.
In degustazione:

1° batteria: i Bianchi dell’Etna

– Tenuta Nicosia Contrada Monte Gorna Etna Bianco 2020 — Cantine Nicosia
– Tenuta San Michele Bianco — Murgo
– Biancopiglio Etna Bianco 2020 — Emilio Sciacca

2° batteria: Rosati e Rossi dell’Etna:
– Etna Rosato DOC Santo Spirito 2019 —Irene Badalà
– Etna Rosso DOC 2019 — Irene Badalà
– Rossobrillo Etna Rosso DOC 2019 — Emilio Sciacca
– Neromagno Etna Rosso DOC 2018 — Emilio Sciacca

 L’idea è un laboratorio- incontro a numero chiuso dove ogni produttore possa raccontare la storia della cantina, dei vini e delle persone che concorrono a crearlo. In un momento di confronto e dialogo per avvicinare anche i non addetti ai lavori alla scoperta del meraviglioso territorio vitivinicolo. Tra i tanti sponsor, che hanno sostenuto il festival anche TodoNoleggi, nella persona dei due titolari, Elvio Condorelli e Rosario Ranno che ha sposato con entusiasmo l’iniziativa con queste parole: “Siamo sempre attenti e sensibili alle realtà che ci circondano. Ci è venuto spontaneo poter sostenere un’iniziativa come questa, che racconta e promuove il territorio e le sue eccellenze. Valorizzare il territorio significa anche saper fare squadra e mettere la propria professionalità al servizio di un evento che vuole raccontare la Sicilia in tutte le sue forme”.

Insomma una grande festa alla scoperta del gusto e delle antiche tradizioni siciliane.

Tutte le info e il programma completo su

www.cicerchiafest.it

Cristina Cocuzza responsabile comunicazione Slow Food Catania

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.