Cortona Gourmet: Creta Osteria ospita alcuni dei ristoranti più interessanti e contemporanei d’Italia

Condividi il tuo amore

L’Osteria nel cuore di Cortona, all’interno dell’azienda vitivinicola
Tenimenti D’Alessandro e accanto all’elegante Resort Borgo Syrah

Da sempre luogo in cui la cucina incontra l’arte e l’artigianalità, Creta Osteria ospita a Cortona i
giovani talenti della cucina italiana e i ristoranti che stanno portando avanti una vera rivoluzione
gastronomica a livello nazionale.
Ogni mese, partendo dalla data del 28 novembre, a Cortona sarà possibile scoprire nuove
filosofie, nuovi modi di concepire la ristorazione e nuove visioni per il futuro della cucina italiana.
Ma soprattutto, sarà possibile assaggiare i piatti “firma”, che hanno saputo conquistare clienti e
critica.
La partenza è “in regione”, con l’arrivo da Lucca a Cortona del Ristorante Giglio, una stella
Michelin e grandi riconoscimenti su tutte le guide nazionali del settore. Un ristorante unico,
guidato non da uno, bensì da 3 Chef, tutti giovanissimi. Una formula ristorativa che ha saputo
unire la soddisfazione di un ampio pubblico alle lodi della critica.
A seguire il menu speciale pensato insieme a Creta Osteria per l’unica data del 28 Novembre.

Entrées

(Creta) Carpaccio di Chianina, brasato, caprino e tartufo nero

(Giglio) Lattuga arrosto e pistacchi
(Creta) Risotto funghi, pinoli e nepitella
(Giglio) Germano reale, salsa al cajun e verza

(Creta) Mont Blanc
Piccola Pasticceria

Si prosegue spostandosi a Roma. Il giorno 12 dicembre dalla Capitale arriverà a Cortona la
cucina di Santo Palato e della chef Sarah Cicolini. Un ristorante che ha portato il quinto quarto
nella contemporaneità, anche in questo caso mettendo d’accordo tutti. La giovane chef porterà a
Creta Osteria la propria cucina, unendo i propri “classici” con la cucina dei padroni di casa.

Nata nel 2018 all’interno di Tenimenti d’Alessandro, azienda vitivinicola portatrice di
sperimentazione e valorizzazione del territorio di Cortona, Creta Osteria completa l’accoglienza
del Resort Borgo Syrah, confermando la duplice anima che caratterizza il borgo: tradizione
toscana, forte e materica, e creatività contemporanea, raffinata e audace.
La toscanità dello storico Borgo Syrah resa attuale grazie alla collezione di opere d’arte
contemporanea trova il suo specchio nell’offerta di cucina dello chef Mirko Marcelli, che porta a
Creta Osteria la sua cucina concreta e innovativa fatta di ingredienti stagionali, legame con la
tradizione e pensiero creativo, dalle chiare influenze italiane, nella costruzione del piatto.
LA FILOSOFIA | CUCINA, ARTE, VINO
Creta Osteria è un luogo in cui si amalgamano gastronomia, contemporaneità e un’accurata
ricerca internazionale nel mondo del vino.
La Sala ristorante è una vera “Home Gallery”, una esposizione di opere d’arte contemporanea in
perfetta armonia con l’arredamento familiare e accogliente: pavimento in cotto, tavoli in legno,
materici ed eleganti. I colori che sono stati scelti per gli interni dell’osteria sono il bianco, il tortora
e il legno noce, per evidenziare il legame con la terra che ospita il Ristorante.
La Carta Vini di Creta si basa su una selezione realizzata senza compromessi da Francesca
Zupi, restaurant manager e cuore di Creta Osteria, e Filippo Calabresi, enologo della cantina
Tenimenti d’Alessandro. L’orizzonte è ampio, i preconcetti banditi, la Carta spazia tra i terroir
d’Italia e d’Europa, andando a scovare piccolissimi produttori, in prevalenza di vini naturali,
etichette di amici oltreoceano e vini a dir poco rari (talvolta sono solamente mille le bottiglie per
etichetta). Una Carta Vini senza paragoni in Italia, che sa soddisfare sia il cliente più appassionato,
sia colui che è al primo approccio con il mondo del vino.
La Cucina accoglie creatività e stagionalità. Il gusto rimane il filo conduttore del Menu, con piatti
solidi e immediati. Proposte di terra e mare, pasta fresca fatta in casa ogni giorno,
sperimentazione tecnica e focus sulla soddisfazione del cliente. La chiave principale della cucina
di Creta Osteria è il legame, vissuto come elemento del processo creativo in cucina, con la
Toscana e le tradizioni gastronomiche dell’Italia in generale, gusto e sapore di una terra ricca di
prodotti freschi e di primissima qualità.

 

Ufficio Stampa
elisa.cappelletti@aromi.group
fabio.rinaldi@aromi.group

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.